Sono state rilasciate nuove indicazioni per entrare in vacanza in Irlanda, in UK e USA: i ragazzi potranno tornare a viaggiare, senza troppe restrizioni.

Partire per una vacanza in Irlanda in occasione dell’estate 2021 sembrava un utopia fino a pochi giorni fa.

Gestire la pandemia causata dal COVID, certo, non è facile. Non possiamo permetterci di pensare che tutto possa tornare come prima da un giorno all’altro, ma ormai ci si avvicina un passo alla volta al ritorno alla normalità.

Se prima si pensava, infatti, che l’entrata nei paesi sarebbe stata fortemente limitata se non del tutto interrotta a causa della pandemia da Covid-19, ora questa evenienza sembra essere definitivamente sfumata grazie ad alcuni recenti chiarimenti.

Continua a leggere per scoprire cosa servirà per entrare in vacanza in Irlanda e nel Regno Unito a partire dal 18 gennaio!

Per tutti gli studenti in arrivo per vacanza nel Regno unito

A partire dal 18 gennaio del 2021 i passeggeri in entrata nel Regno Unito avranno saranno accettati previo controllo di un requisito: un tampone negativo al Covid-19, fatto prima della partenza. Questo annuncio è arrivato in seguito all’entrata in vigore delle restrizioni messe in atto con l’entrata nel cosiddetto Tier 5.

Senza questo risultato, dunque, i passeggeri potrebbero non solo non essere ammessi nel paese ma persino multati. Un requisito, quindi, che tutti dovrebbero impegnarsi a rispettare, per la propria salute ma non solo!

È sempre meglio partire completamente informati, per questo vi consigliamo di visitare sempre il sito governativo, in modo da non perdersi aggiornamenti importanti che potrebbero influenzare il tuo prossimo viaggio studio.

Vacanza in Irlanda: tutto quello che devi sapere

Tutti gli studenti in arrivo dall’estero, prima di entrare in Irlanda, dovranno compilare un “Passenger vacanza in irlanda viaggi studioLocator Form” che potete trovare tranquillamente online qui. Inoltre, a partire dal 16 gennaio 2021, anche per l’entrata in Irlanda i passeggeri dovranno provare la propria negatività al COVID-19. Questo, ovviamente, tramite un test risalente a non più di 72 ore prima della partenza. Il risultato negativo deve essere mostrato ai funzionari per l’immigrazione appena arrivati al paese.

Ricordati di controllare sempre il colore che è stato assegnato al tuo paese di partenza dal EU traffic light system. Per i paesi rientranti nei colori verde e arancione, infatti, non verrà richiesta alcuna quarantena preventiva. Questi dovranno solo seguire le linee guida rilasciate dall’istituto di sanità locale. Per coloro che dovessero entrare in Irlanda da paesi indicati come rossi o grigi, invece, verrà richiesta una quarantena preventiva di 14 giorni, evitabile solo in caso di tampone negativo.

Prima di partire per l’Irlanda controlla sempre tutte le linee guida del paese per non arrivare impreparato, visita il sito del governo irlandese e parti in sicurezza!

USA e la nuova regolamentazione delle entrate

Gli studenti in viaggio verso l’America, dovranno fare i conti con delle misure restrittive simili a quelle già descritte sopra. Ovviamente anche in questo caso servirà un test negativo che non risalga a più di 3 giorni dall’entrata nel paese.

Con l’arrivo della bella stagione e l’incalzare dei piani vaccinali a livello mondiale, possiamo guardare finalmente al futuro con molto più ottimismo. Presto torneremo a viaggiare, in sicurezza, e con sempre meno limitazioni.